Moda

Industria tessile, stanziati 180 milioni per la Cig


Il 2020 era stato l’annus horribilis del tessile-moda-accessorio (Tma), tra i settori più colpiti dalla pandemia, con una perdita di fatturato di oltre il 25%. Il 2021 è stato l’anno della ripresa, ma non per l’intera filiera, bensì a macchia di leopardo, come hanno ricordato di recente Sergio Tamborini, Cirillo Marcolin e Carlo Capasa, rispettivamente ai vertici di Sistema moda Italia, Confindustria moda e Camera della moda.

Nel 2019 il fatturato del sistema aveva sfiorato i 100 miliardi di fatturato, ma la filiera è fatta anche di Pmi e microaziende che, soprattutto nella parte a monte (tessile) nel 2021 hanno continuato a soffrire. È quindi un’ottima notizia lo stanziamento di 180 milioni (100 dei quali aggiunti durante l’esame in prima lettura in Senato del decreto legge originale) per finanziare la proroga della Cassa Covid per l’industria tessile fino al 31 dicembre 2021. La richiesta era stata inserita da Sistema moda Italia nel dossier presentato dopo l’estate a Governo e parlamento intitolato “Percorso per il rilancio della filiera del tessile-abbigliamento”, che comprende altri interventi strutturali da sviluppare in tre tempi, con investimenti totali di 8 miliardi. Sergio Tamborini, presidente di Smi, aveva sottolineato settimana scorsa che sulla filiera pesano da mesi anche gli aumenti delle materie prime e dell’energia.

«Questo stanziamento ma soprattutto l’attenzione e la sensibilità dimostrate dal Governo e dal ministro per lo Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti nei confronti del tessile-abbigliamento sono riconoscimenti di estrema importanza – commenta Tamborini –. Un segnale di attenzione a un settore così rilevante nella bilancia commerciale del nostro Paese e troppo spesso in passato trascurato. La presa in carico di una delle nostre istanze mostra come un rapporto di fiducia tra imprese e Governo possa portare a soluzioni concrete, fondamentali per le imprese, in tempi rapidi. Questo non può altro che farci ben sperare nelle collaborazioni future».

Link Sorgente

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *