Business

Authentic Brands rinuncia all’ingresso in Borsa


Di

Reuters

Versione italiana di

Laura Galbiati

Pubblicato il



7 gen 2022

Il gruppo americano Authentic Brands, che sta finalizzando l’acquisizione di Reebok, ha ritirato mercoledì la sua richiesta di ingresso in Borsa negli Stati Uniti, secondo le informazioni comunicate dalla società all’autorità di regolamentazione del mercato finanziario.

Authentic Brands Group rinuncia all’ingresso in Borsa. Photo : Forever 21 x Everlast

Il gruppo, che non ha specificato il motivo di tale rinvio, aveva accettato a novembre di cedere una partecipazione alle società di private equity CVC Capital Partners e HPS Investment Partners, nell’ambito di un’operazione che lo valorizzava a 12,7 miliardi di dollari (11,23 miliardi di euro), debito incluso.
 
La società gestisce più di 30 marchi, tra cui Forever 21, Aeropostale, Van Heusen e Bandolino, e il suo portfolio copre i segmenti del lusso, dei department store e dell’e-commerce.

Secondo i media, il gruppo newyorchese ha acquisito una partecipazione di maggioranza nella società di gestione dei marchi dell’ex calciatore David Beckham, DB Ventures LLC. Giovedì un portavoce di Authentic Brands ha però smentito tali informazioni, affermando che la società non ha stipulato alcuna partnership con DB Ventures.
 
Lo scorso luglio, Authentic Brands aveva depositato domanda di ingresso sui mercati finanziari, con l’intenzione di quotarsi alla Borsa di New York, rivelando al contempo una forte crescita degli utili nel 2020.

© Thomson Reuters 2022 All rights reserved.

Articolo preso da Fashio Network Italia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *