Innovazione

A Pitti la seconda vita dei materiali dismessi dall’Esercito

Di

Ansa

Pubblicato il



12 gen 2022

Capi di abbigliamento realizzati con materiali ed equipaggiamenti militari non più in uso e dismessi, dopo essere stati utilizzati nelle missioni nazionali e all’estero, “secondo una filosofia ecocompatibile, in linea con la svolta green della Forza armata”. Sono le caratteristiche della collezione – presente a Pitti Uomo – di Esercito Sportswear, il marchio commerciale dell’Esercito italiano per la produzione e la distribuzione di capi di abbigliamento e accessori, prodotti da Officina Italia srl, su licenza esclusiva concessa da Difesa Servizi spa, società in house del Ministero della Difesa.

Esercito Sportswear

È così quindi che paracadute in materiale sintetico diventano giacche performanti dall’elevata resistenza, mentre coperte, opportunamente trattate, e altri materiali destinati a essere accantonati, si trasformano in cappotti, acquisendo un elevato valore rispetto all’originale. Materiali che altrimenti non avrebbero goduto di una seconda vita, ma che “in questo caso – sottolineano alla Forza armata – creano un profondo legame fondato su valori e su ideali comuni, diffondendo un messaggio positivo per le nuove generazioni”. Il marchio, che “identifica inequivocabilmente l’Esercito degli Italiani, nella sua semplicità è stilisticamente coerente e d’impatto”.

Si compone infatti della stella a 5 punte e dalla scritta ‘Esercito’, “un simbolo rassicurante soprattutto nell’attuale contesto, che rappresenta un’Istituzione sana e coesa, al servizio dei cittadini, sempre pronta a intervenire in ogni tipo di scenario”.

L’Esercito partecipa a Pitti Uomo – all’inaugurazione è intervenuto, tra gli altri, il capo di Sme, il generale Pietro Serino – con due stand. Oltre alla parte abbigliamento c’è anche la nuova linea di accessori firmata dalla Forza armata in co-branding con il marchio italiano di valigeria Ciak Roncato, di recente introduzione, che comprende borsoni, zaini, trolley e accessori “con uno stile che ricorda i valori secolari delle Forze armate italiane”. Così, ad esempio, è protagonista il tessuto “vela nylon”, morbido e leggero, ma soprattutto un materiale che ricorda il tessuto utilizzato per i paracadute. In collezione ci sono lo zaino, in 4 dimensioni e con tasche frontali, il borsone modulare con presa laterale per il trasporto orizzontale, tasca security e una serie di astucci removibili e i trolley in policarbonato iperleggero (con finitura antigraffi e protezione agli urti).

Copyright © 2022 ANSA. All rights reserved.

Source by [author_name]

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *