Business

Thierry Le Guénic compra il marchio Chantal Thomass


Versione italiana di

Gianluca Bolelli

Pubblicato il



18 gen 2022

Thierry Le Guénic continua a fare affari con il gruppo Chantelle. Dopo aver rilevato lo scorso anno il marchio di lingerie Orcanta, l’imprenditore francese annuncia di aver acquisito il marchio transalpino di biancheria intima Chantal Thomass.

Per le prossime stagioni, il brand dovrebbe orientarsi su un posizionamento “seduction-premium”. – Chantal Thomas

“Stiamo iniziando a costruire una sostanziale divisione di biancheria intima. Chantal Thomass si unisce al nostro ecosistema di lingerie, costumi da bagno e abbigliamento sportivo”, spiega l’imprenditore, che ha recentemente comprato anche i marchi Burton of London e Paule Ka, e non comunica l’importo versato per questa nuova transazione.
 
“Stiamo cominciando a rivolgerci a tutti i segmenti del settore, con Paule Ka nel lusso, Chantal Thomass nel premium, Maison Lejaby nell’accessibile, Elixir per le grandi taglie e Orcanta come rete di distribuzione. Abbiamo avuto l’opportunità di acquisire il marchio alla fine dell’anno scorso. Abbiamo iniziato a commercializzarlo, ma il gruppo Chantelle continuerà a distribuirlo fino al 31 luglio”, prosegue il manager.

Chantelle Lingerie aveva acquisito il marchio dalla stilista Chantal Thomass nel giugno 2011. Poco più di dieci anni più tardi, e dopo che la sua omonima fondatrice ha lasciato l’azienda alla fine del 2018, il gruppo francese di lingerie ha dunque venduto la propria partecipazione. Nel 2019 il gruppo Chantelle aveva deciso di fare a meno dello stile “da boudoir” impostato dalla stilista fondatrice, e che si ritrovava nell’atmosfera del flagship store del brand, situato al 211 di rue Saint-Honoré a Parigi (ora chiuso), per offrire linee più fluide. Il marchio era distribuito nei negozi multimarca e tramite il sito di Chantelle.
 
Thierry Le Guénic annuncia che Chantal Thomass “riposizionerà il marchio in linea con il suo DNA, ma captando lo spirito dei tempi”, e per questo ha siglato un accordo con la fondatrice, che quindi torna a collaborare con la sua ex etichetta. Il risultato di questa collaborazione sarà visibile nei negozi dal 1° agosto e si posizionerà in una nicchia “seduction-premium”, con un prezzo più alto rispetto ad oggi.
 
Candele e prêt-à-porter
 
Sul versante distributivo, l’imprenditore intende fare affidamento sulle reti costruite dal gruppo Chantelle, ma anche sul parco di negozi Orcanta e sui network di punti vendita sviluppati con i marchi che ha già in portafoglio, in Francia e all’estero. Sebbene il brand non avesse visibilità diretta su internet, è attualmente in fase di sviluppo un sito di e-commerce che dovrebbe essere attivato ad agosto. Dovrebbe essere aperto anche un nuovo flagship, nella seconda metà dell’anno a Parigi.
 
“Avevamo programmato di presentare il riposizionamento del marchio durante il SIL-Salon International de la Lingerie, ma è stato annullato. Ora siamo in piena campagna di presentazione della collezione di intimo”, spiega Thierry Le Guénic. “Però stiamo anche sviluppando un universo esteso, che andrà da profumi e candele fino al prêt-à-porter. Una piccola collezione è già stata sviluppata”.
 
Sono quindi in atto numerosi progetti per rilanciare l’attrattività del marchio Chantal Thomass, e l’imprenditore francese manifesta le proprie ambizioni: “Alcuni anni fa il brand fatturava circa 30 milioni di euro. Sarebbe molto bello raggiungere queste cifre entro i prossimi due anni e mezzo”. In un universo della lingerie in piena ridefinizione, resta da vedere se la rivisitazione più attuale dell’universo in stile “boudoir” di Chantal Thomass troverà una sua clientela.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Articolo preso da Fashio Network Italia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *