Business

Tod’s riduce la perdita a 5,9 milioni nel 2021, +39% i ricavi


Di

Ansa

Pubblicato il



11 mar 2022

Tod’s chiude il 2021 con ricavi del gruppo in crescita a 883,8 milioni di euro, un Ebitda a 160,8 milioni di euro, l’Ebit a 24,2 milioni. Con un utile ante imposte a 2,5 milioni, il risultato netto è in perdita per 5,9 milioni ma “in fortissimo miglioramento rispetto alla perdita di 73,2 milioni del 2020”. Il Cda ha deliberato di proporre di non distribuire dividendo.

@tods

“I risultati registrati dal nostro gruppo nell’esercizio 2021”, commenta il presidente e amministratore delegato Diego Della Valle, “sono stati molto soddisfacenti e superiori alle nostre aspettative. I ricavi sono cresciuti del 39% rispetto al 2020 e sono tornati a livelli prossimi a quelli pre-Covid, con un progressivo miglioramento trimestre dopo trimestre, particolarmente nei marchi Tod’s e Roger Vivier. Eccellente performance del canale e-commerce, che ha registrato ricavi più che doppi rispetto al 2019”.

“La forte crescita delle vendite e l’attenta gestione dei costi in tutte le aree di attività hanno contribuito ad un importante recupero della redditività del gruppo”, prosegue Diego Della Valle. “Molto buoni i risultati che stiamo registrando nei negozi nei primi mesi dell’anno, che confermano il sempre maggiore apprezzamento dei clienti per i nostri marchi e per i nostri prodotti. Anche le collezioni Autunno/Inverno 2023, presentate durante la scorsa settimana della moda, hanno avuto una accoglienza estremamente positiva da parte dei nostri clienti, che ci hanno permesso di realizzare una ottima campagna vendite per il prossimo autunno/inverno”.

“Oltre che sulla gestione del gruppo”, dice ancora il numero uno di Tod’s, “siamo molto focalizzati sulla crescita e sul posizionamento dei singoli marchi, in modo da valorizzare gli stessi sempre di più, dedicando loro tutti gli investimenti necessari”. Inoltre, indca, “il gruppo si è attivato con operazioni umanitarie in sostegno alle persone in difficoltà a causa della guerra in corso, con la speranza che tutto presto finisca. Nonostante l’incertezza del contesto geo-politico, economico e sanitario a livello internazionale, possiamo guardare con ottimismo al 2022, fiduciosi di poter realizzare una ulteriore solida crescita dei ricavi ed un ulteriore importante recupero della redditività”.

Copyright © 2022 ANSA. All rights reserved.

Articolo preso da Fashio Network Italia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *