Business

Aeffe incorpora il suo produttore di lingerie Velmar


Versione italiana di

Laura Galbiati

Pubblicato il



30 giu 2022

Aeffe porta avanti la razionalizzazione della propria struttura. Il gruppo romagnolo di moda, proprietario tra gli altri di Moschino, Alberta Ferretti, Philosophy di Lorenzo Serafini e Pollini, annuncia la fusione per incorporazione di Velmar, azienda che controlla al 100% da più di dieci anni, specializzata nella produzione e distribuzione di lingerie e beachwear.

Velmar produce la lingerie di Moschino – © PixelFormula

Tale operazione si inserisce “nell’ambito di un processo di razionalizzazione e riorganizzazione della società volto a una maggiore efficienza nella gestione delle attività del gruppo e nel loro coordinamento, attraverso la riduzione dei livelli decisionali e la razionalizzazione delle sinergie di gruppo con la conseguente riduzione di costi fiscali, amministrativi e gestione”, afferma Aeffe.
 
Basata a San Giovanni in Marignano, in provincia di Rimini, dove si trova anche la sede di Aeffe, Velmar ha avviato la sua attività nel 1983 con la produzione e distribuzione di abbigliamento nei settori lingerie, swimwear e homewear attraverso marchi propri, per ampliare progressivamente il suo portafoglio ad altri brand, per i quali gestisce in licenza le collezioni di intimo.

Nel 2001 Aeffe ha acquisito il 75% dell’azienda, per salire al 100% del capitale nel 2010. Oggi Velmar gestisce principalmente le collezioni di costumi da bagno e lingerie di Moschino, oltre alla licenza per la linea di lingerie e beachwear di Chiara Ferragni.
 
Sempre in una logica di razionalizzazione del gruppo, lo scorso anno Aeffe ha preso il pieno controllo di Moschino, acquisendo il 30% del capitale che gli mancava per 66,6 milioni di euro. Ha inoltre riportato internamente la gestione della linea Love Moschino, fino ad allora sviluppata su licenza dalla Sinv. Nel 2021 l’azienda è tornata in positivo con un utile netto di 12,1 milioni di euro e un fatturato di 324,6 milioni di euro, in crescita del 20,8% rispetto al 2020.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Articolo preso da Fashio Network Italia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *