Business

le vendite trimestrali deludenti negli Stati Uniti affossano il titolo


Di

Reuters

Versione italiana di

Laura Galbiati

Pubblicato il



22 ago 2022

Il gioielliere danese Pandora ha registrato vendite deludenti nel mercato statunitense nel secondo trimestre, confermando però le sue previsioni annuali, poiché l’aumento del costo della vita non ha influito sugli acquisti di gioielli.

Reuters

Le azioni di Pandora, il più grande marchio di gioielli per il grande pubblico con oltre 6.400 negozi in tutto il mondo, è sceso del -7,3% alle 0810 GMT, appesantito da un calo del -12% anno su anno della crescita organica negli Stati Uniti, il suo principale mercato.
 
Il gruppo ha attribuito la contrazione del mercato statunitense all’attenuazione delle misure di ripresa economica legate al coronavirus, che hanno stimolato le sue vendite lo scorso anno.

“Gli Stati Uniti hanno un tasso di disoccupazione ai minimi storici, i salari stanno aumentando sensibilmente e le persone hanno risparmi elevati, quindi il reddito disponibile è ancora abbondante”, ha dichiarato l’amministratore delegato di Pandora Alexander Lacik.
 
Secondo il manager, le vendite di gioielli non sono state influenzate dall’aumento dell’inflazione. “Quando esaminiamo i nostri indicatori base, come il traffico in negozio, le dimensioni del carrello e il prezzo medio di vendita in tutto il mondo e su tutti i canali di vendita, non vediamo alcun impatto evidente causato dall’inflazione elevata”, ha aggiunto.
 
Inoltre, sempre secondo Lacik, i consumatori sono anche disposti ad accettare aumenti di prezzo per gioielli più costosi e più raffinati, ma Pandora ha finora mantenuto i prezzi degli articoli meno costosi praticamente invariati.
 
In Cina, l’affluenza nei 219 negozi Pandora è diminuita del 60% nel secondo trimestre rispetto all’anno precedente, a causa delle chiusure legate al coronavirus. Ciò ha portato l’azienda a posticipare la ristrutturazione del marchio in questo mercato al prossimo anno, ha aggiunto Alexander Lacik.
 
Il giro d’affari totale di Pandora nel secondo trimestre è salito del 10% a 5,66 miliardi di corone danesi (761,20 milioni di euro), contro una media di 5,61 miliardi di corone previste dagli analisti in un sondaggio condotto dalla società.
 
Pandora prevede ancora una crescita organica per l’intero anno compresa tra il 4% e il 6%. Il gruppo ha anche riaffermato la sua prospettiva di margine operativo annuo compreso tra il 25,0% e il 25,5%.

© Thomson Reuters 2022 All rights reserved.

Articolo preso da Fashio Network Italia

Articoli correlati