Innovazione

primo bilancio di sostenibilità per Pettenon Cosmetics

Pubblicato il



31 ago 2022

Il gruppo padovano AGF88 ha presentato il primo bilancio di sostenibilità della sua controllata Pettenon Cosmetics, diventata Società Benefit nel giugno dello scorso anno, illustrando i risultati ottenuti nel 2021 e gli obiettivi prefissati per il 2022.
 

Lo stabilimento Pettenon Cosmetics a San Martino di Lupari

Sono cinque le aree di intervento su cui la società si è focalizzata, coerenti con il raggiungimento degli obiettivi proposti dall’agenda 2030 ONU: consumo e produzione responsabili, salute e benessere, lotta contro il cambiamento climatico, parità di genere, istruzione di qualità e riduzione delle diseguaglianze.
 
“Nell’ambito della ricerca e innovazione, l’azienda si è impegnata a sviluppare nuove formule e prodotti ancora più naturali e biodegradabili, grazie all’applicazione di rigorosi standard internazionali e attraverso l’utilizzo di tecniche innovative che consentano di ridurre i consumi e gli sprechi di risorse”, spiega il comunicato stampa diramato. Ne è un esempio Sinesia, brand lanciato nel 2021, che propone prodotti certificati sia a livello di packaging che di formula, alcuni in polvere e altri con formula water saving. Inoltre, grazie alla riduzione della grammatura del packaging un altro marchio della società, Alama, ha raggiunto una riduzione annua del consumo di plastica del 23%, pari a 2.600 Kg.

In ambito di tutela dell’ambiente Pettenon Cosmetics sta lavorando per ridurre l’impatto dei propri processi produttivi, riducendo il consumo di acqua ed energia: ogni anno l’azienda garantisce un risparmio di 1.200 tonnellate di CO2 grazie ai 3600 mq di pannelli fotovoltaici installati e grazie allo stabilimento di San Martino di Lupari che utilizza energia elettrica derivante al 100% da fonti rinnovabili. “Pettenon Cosmetics dedica particolare attenzione anche alla gestione dei rifiuti, elemento spesso poco considerato dal settore grazie soprattutto al già citato reparto di soffiaggio interno che consente di recuperare e riciclare al 100% flaconi obsoleti per dar vita a nuovi elementi in plastica, riducendo in tal modo la produzione di materiali di scarto”, prosegue la nota.
 
Nel 2021 la società ha donato 350 alberi da frutto, 200 in Camerun e 150 in Madagascar, che sono stimati avere la capacità di assorbimento di circa 34 tonnellate di CO2 equivalente. Fra gli obiettivi aziendali per i prossimi anni, infatti c’è il raggiungimento di Carbon Neutrality di stabilimento e la misurazione dell’impronta ambientale aziendale (LCA).
 
Per quanto riguarda le tematiche di diversità, inclusione e parità di genere, Pettenon si impegna a promuovere la leadership femminile: nel 2021 il 51% delle donne in azienda ricoprivano posizioni manageriali. Inoltre lo scorso anno la società ha introdotto il lavoro a distanza fino al 50% delle giornate lavorative per tutti i dipendenti delle aree impiegatizie e i contratti part-time o con orario flessibile.
 
Altra area d’intervento è quella della formazione e valorizzazione delle persone: Pettenon ha erogato 7.000 ore di formazione nel corso dell’ultimo esercizio, con un incremento del 34% su quello precedente, suddivise tra formazione manageriale, tecnica, professionale e obbligatoria.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Source by [author_name]

Articoli correlati