Creazione

IED investe 100 milioni in tre anni nell’apertura di nuovi Campus in Italia e Spagna


L’Istituto Europeo di Design (IED) ha annunciato il suo piano di espansione per il prossimo triennio, che prevede un programma di investimenti diretti e indiretti di oltre 100 milioni di euro da destinare principalmente all’apertura dei futuri Campus IED e all’ampliamento di quelli presenti nei territori chiave.
 

Francesco Gori, Amministratore Delegato del Gruppo IED

“L’education è uno dei principali driver di sviluppo di un Paese e dovrebbe essere una delle prime aree d’investimento, non solo per la crescita formativa e culturale dei nostri giovani ma anche per attrarre studenti stranieri e compensare la perdita degli italiani che vanno a studiare all’estero, con benefici sull’indotto comparabili al turismo”, ha dichiarato Francesco Gori, Amministratore Delegato del Gruppo IED.
 
L’Istituto, che oggi conta già 12 sedi in 3 Paesi (Italia, Spagna e Brasile), ha partecipato al bando internazionale “Reinventing Cities” indetto dal Comune di Milano per la riqualificazione dell’area dell’Ex Macello: il nuovo Campus internazionale IED, all’interno della proposta vincitrice Aria, riunirà in un unico polo le attuali 5 sedi oggi distaccate e diffuse in città. A Roma l’attenzione è sull’area Mira Lanza, che potrebbe accogliere la community di IED Roma oggi dislocata in 3 sedi.

In linea con lo sviluppo in Italia si prospetta il piano di espansione in Spagna, già attivato a Barcellona con il raddoppio delle sedi, con il nuovo campus di Madrid nell’area Ex Matadero e l’ampliamento dell’edificio Papelera a Bilbao, oltre all’interesse per altri mercati dove IED non è ancora presente, come il Portogallo.
 
Con questi nuovi poli, IED si pone l’obiettivo di “creare comunità estese per giovani designer con provenienze e background culturali differenti, bilanciando anche in Italia il rapporto tra studenti italiani e stranieri, come già avviene nelle tre sedi in Spagna. La costruzione di un polo unico dedicato alla didattica e all’accoglienza permetterà infatti di sviluppare le condizioni per intercettare flussi importanti di studenti internazionali e soddisfare le sempre più esigenti aspettative di quelli italiani, generare un ecosistema di interazione fra le comunità preesistenti (residenti, commercianti, amministrazioni e aziende) e la community dell’Istituto insediata (personale, docenti e studenti), innescando quindi ricadute virtuose nelle aree urbane dove i Campus andranno a collocarsi”.
 
Inoltre, l’intenzione di IED, diventata Società Benefit, è di contribuire grazie alla costruzione di edifici efficienti e “zero impact”, in grado cioè di produrre energia da restituire alla città, alle azioni di rigenerazione urbana sostenibile in tutte le città obiettivo.
 
Il network di IED conta oggi più di 3000 docenti, oltre 10.000 studenti all’anno e una rete di oltre 100.000 Alumni.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Source link

Articoli correlati