Innovazione

Moncler ancora in cima al Dow Jones Sustainability Index del settore moda

Di

Adnkronos

Pubblicato il



24 ott 2022

Moncler al primo posto del settore textiles, apparel luxury goods ottenendo il punteggio più alto (90/100) nello S&p global corporate sustainability assessment. L’agenzia di rating conduce l’assessment utile per l’ammissione negli indici Dow Jones sustainability. L’indice, si legge in una nota di Moncler, ”ammette solo le società valutate migliori nella gestione del proprio business secondo i criteri di responsabilità economica, sociale e ambientale”. 

L’azienda ricorda di aver appena compiuto 70 anni e il suo percorso è stato ”caratterizzato da una continua evoluzione creativa e culturale. Negli anni è anche cresciuta in noi la consapevolezza degli impatti ambientali e sociali delle nostre scelte quotidiane e, con essa, l’impegno di tutti ad integrare progressivamente le tematiche di sostenibilità nel nostro modello di business”. 

Moncler ha iniziato un percorso di riduzione delle emissioni che prevede ”la progressiva inclusione nelle nostre collezioni di tessuti e filati a più basso impatto fino ad arrivare al 50% entro il 2025. Dall’anno scorso siamo carbon neutral presso tutte le nostre sedi e siti produttivi nel mondo e circa il 90% dell’energia che utilizziamo proviene da fonti rinnovabili. Abbiamo infine eliminato quasi completamente la plastica convenzionale monouso. Siamo orgogliosi di aver ottenuto per il quarto anno consecutivo il punteggio più alto del settore” ma ”continuiamo a guardare alle sfide che ci attendono, cercando di migliorarci costantemente per esserne all’altezza”, commenta l’amministratore delegato di Moncler, Remo Ruffini.

Source by [author_name]

Articoli correlati