Saloni/fiere

Martine Rose è guest designer di Pitti Uomo 103


Pubblicato il



25 ott 2022

Pitti Uomo 103 scalda i motori e annuncia il guest designer dell’edizione di gennaio 2023. La scelta del salone è ricaduta su Martine Rose, founder e creative director del marchio eponimo di moda uomo basato a Londra. La stilista di origini anglo-giamaicane sarà protagonista di un evento speciale a Firenze per svelare in anteprima la collezione autunno-inverno 2023-24 della sua label in una location ancora top secret.

Martine Rose SS23

“Alla prima riunione con Martine abbiamo finito per parlare più di famiglia, scuole, spesa quotidiana e cicli di vita dei quartieri popolari che di sfilate”, commentano Lapo Cianchi e Francesca Tacconi, responsabili dei progetti speciali di Pitti Immagine. “Eppure era evidente come tutto ciò fosse in stretta relazione con il suo lavoro, un bagaglio cognitivo ed emotivo che si mescola con grande libertà creativa a riflessioni di carattere sociale e culturale e che si riflette nelle sue collezioni, dove anche le ispirazioni e le inclinazioni più conflittuali tra loro arrivano a una soluzione, a una coesistenza provvisoria e ogni volta da ricostruire. Una sorta di canone inverso insomma, un lavoro di e sulla moda davvero molto interessante”.
 
“Pitti è da sempre in prima linea nel celebrare il miglior menswear e molti dei designer che stimo di più ne sono stati parte. Assieme al mio team siamo entusiasti di venire a Firenze, una città che amo, per presentare la nostra nuova collezione!”, dichiara Martine Rose.

Martine Rose ha influenzato la direzione del menswear contemporaneo, diventando uno dei direttori creativi più richiesti dell’industria della moda. Il marchio ha debuttato a Londra nel 2007 con una capsule iper curata di camiceria. Il lavoro della stilista si ispira al suo patrimonio giamaicano-britannico e all’interesse per la musica e le diversità multiculturali della scena londinese. La sua estetica si nutre dell’indagine su proporzioni e silhouette, con texture e tessuti inediti e un fluido riferimento a contesti subculturali. 

Martine Rose SS23

Martine Rose è stata nominata per il premio ‘British Menswear Designer of the Year’ dal British Fashion Council nel 2018 e nel 2017, quando viene inserita nella shortlist del premio Lvmh e nominata per il premio Andam. Nel 2019 è stata candidata al Bfc’s Menswear Designer of Year e all’Urban Lux Award e ha partecipato alla mostra Get Up, Stand Up Now alla Somerset House di Londra, dedicata a mezzo secolo di creatività black britannica.

Il brand Martine Rose è distribuito a livello globale attraverso selezionati rivenditori multimarca, come 10 Corso Como Seoul, Antonioli, Dover Street Market, Joyce, Mr. Porter, Slam e Ssense. Nel 2021, l’acceleratore di brand britannico Tomorrow ha finalizzato un investimento di maggioranza nell’azienda in qualità di partner di sviluppo e per il global licensing.
 
Tomorrow nasce a Londra nel 2008 ma oggi è presente anche a Milano, Parigi, New York, Los Angeles, Dallas, Shanghai e Hong Kong. La piattaforma di brand development per aziende fashion, guidata dall’amministratore delegato Stefano Martinetto e dal Chief Revenue Officer Giancarlo Simiri, possiede quote di partecipazione in marchi come A-Cold-Wall, Athletics Footwear, Charles Jeffrey Loverboy, Colville, Coperni, Objects IV Life e nel retailer omnichannel Machine-A.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Source link

Articoli correlati