Industria

Gruppo Florence entra nel denim di lusso con Ideal Blue Manifatture


Pubblicato il



14 nov 2022

Dopo solo una decina di giorni dall’annuncio dell’ultimo ingresso, quello del calzaturificio toscano Taccetti, Gruppo Florence mette a segno un altro colpo, ampliando il proprio raggio d’azione anche al mondo della tela blu di qualità. Il polo produttivo al servizio del luxury fashion ha infatti annunciato l’arrivo nel gruppo di Ideal Blue Manifatture, azienda marchigiana specializzata nella lavorazione del denim. 

La sede di Ideal Blue Manifatture

“Con l’ingresso di Ideal Blue, prosegue il percorso di crescita di Gruppo Florence, che conta ora ventuno eccellenze dell’artigianalità italiana”, ha dichiarato Francesco Trapani, Presidente di Gruppo Florence. “Siamo fieri di poter ripagare, giorno dopo giorno, la fiducia che gli imprenditori continuano a riporre in noi, rendendo il network dei testimoni della qualità indiscussa del made in Italy sempre più solido, un patrimonio inestimabile di cultura della condivisione ed esperienza imprenditoriale da tutelare e tramandare agli artigiani di domani”.

Fondata nel 1976 a Urbania da Piero Moretti e dalla moglie Teresa Stocchi, Ideal Blue Manifatture ha iniziato pochi anni dopo a specializzarsi nella lavorazione di capi in denim per la fascia lusso, arrivando a collaborare con alcuni dei principali brand a livello internazionale. La società, che conta 140 dipendenti, è guidata oggi dalla seconda generazione di famiglia: Sara, Marco e Silvia Moretti.

L’azienda marchigiana ha realizzato oltre 26 milioni di ricavi nel 2021 e prevede di superare quest’anno i 30 milioni; dal 2017 al 2021 il tasso di crescita annuale composto (CAGR) è stato pari al 10%.

Ideal Blue Manifatture si avvale di un processo produttivo realizzato completamente all’interno dell’azienda, dalla fase di prototipazione alla modellistica, grazie a una linea di confezione specializzata, una catena produttiva e macchine laser che permettono di predisporre e personalizzare i capi al lavaggio finale, ricami interni e stampanti digitali di ultima generazione che utilizzano colorazioni naturali, una stireria e un finissaggio interni.

Grande attenzione alla sostenibilità: la società, infatti, è stata una delle prime aziende del settore a poter certificare l’intera filiera produttiva secondo i requisiti della normativa GOTS (Global Organic Textile Standard); inoltre, è una delle poche realtà a livello europeo che adotta una tecnologia di lavaggio al laser in manifattura durante il processo di confezione dei capi, ottimizzando il consumo di acqua nelle fasi successive ed eliminando l’uso delle sostanze chimiche.

“All’inizio non avevamo subito colto il significato del gruppo perché ciascuna delle aziende che lo compone sarebbe potuta benissimo andare avanti da sola. Quando però abbiamo compreso la potenza della sinergia che si è creata tra le famiglie degli imprenditori già presenti, che hanno costituito imprese eccellenti alle quali tengono enormemente, abbiamo capito che entrare in Gruppo Florence è un’opportunità importante di condivisione dei nostri know how, tutti orientati a voler servire al meglio i nostri clienti”, ha dichiarato Silvia Moretti, CEO di Ideal Blue. “Da quando siamo entrati nel gruppo, abbiamo avuto subito la possibilità di confrontarci su alcuni aspetti del prodotto con altre aziende del gruppo e proporre una risoluzione dei problemi con una rapidità che forse da soli non saremmo stati in grado di offrire e garantire una maggior sicurezza ai nostri clienti in termini di tracciabilità di ogni dettaglio del prodotto, grazie alle importanti sinergie che possiamo attivare con le altre aziende in tema di sostenibilità dell’intera filiera. Siamo quindi certi che questo sia un nuovo punto di partenza sia per la nostra azienda che per il settore del lusso”.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.



Source link

Articoli correlati