Eventi

con ‘Show Me’ a Milano riafferma l’importanza del savoir-faire italiano

Di

Ansa

Pubblicato il



18 nov 2022

Un appuntamento per riaffermare l’importanza dell’ecosistema italiano nel curare i métier di creatività, artigianato e customer experience di LVMH. Nell’edizione italiana di ‘Show Me’, presso il Teatro Lirico Giorgio Gaber di Milano, il colosso francese del lusso ha presentato le iniziative svolte nell’anno per sensibilizzare e valorizzare i Métiers d’Excellence (che rappresentano 7.000 talenti di Lvmh su 12.000 dipendenti totali in Italia) nonché per formare nuovi talenti così da salvaguardare e trasmettere questi saperi unici alle nuove generazioni. Tutti gli interventi, da quello di Alexandre Boquel, direttore dei Métiers d’Excellence di Lvmh a quello di Toni Belloni, direttore generale delegato del Gruppo, hanno enfatizzato il ruolo-chiave dell’artigianato italiano in LVMH, che collabora con un network di 5.000 fornitori e aziende subappaltatrici per un totale di oltre 200.000 persone. 

Antonio Belloni, direttore generale di LVMH

L’Italia è la sede di sei iconiche maison del gruppo (Bulgari, Acqua di Parma, Loro Piana, Fendi, Pucci e Cova), nonché di 31 manifatture. L’impegno del gruppo nel trasmettere e tutelare i savoir-faire e nel sostenere il grande talento delle nuove generazioni tramite la sua iniziativa Métiers d’Excellence è cruciale, considerata la mancanza di figure professionali nel retail o nell’ospitalità di alta gamma. La Fondazione Altagamma stima infatti che, entro la fine del 2026, ci sarà una carenza di 346.000 persone nei Métiers d’Excellence in Italia, incluse 94.000 persone nel settore della moda e pelletteria e 36.000 nell’ospitalità. Acquisire queste competenze può essere quindi una grande opportunità di aumentare l’impiego dei giovani. 

“Le iniziative Métiers d’Excellence LVMH”, sottolinea Chantal Gaemperle, vicepresidente esecutiva del Gruppo Lvmh per Risorse Umane e Sinergie, “per l’apprendimento e la formazione nella creatività, nell’artigianato e nell’esperienza cliente rappresentano un impegno a lungo termine che sta al centro della nostra filosofia per le risorse umane. I nostri talenti giocano un ruolo essenziale nella crescita e sviluppo del nostro gruppo e speriamo di continuare ad attirare nuove generazioni verso i nostri Métier, specialmente in Italia. In questo Paese, infatti, prevediamo di assumere oltre 2.000 giovani apprendisti in queste professioni nei prossimi due anni e siamo lieti che esista già una comunità di 2.000 artigiani che sono stati formati grazie all’Institut des Métiers d’Excellence, in 6 paesi dal 2014”.

Durante l’evento il guest speaker Carlo Capasa, presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana, ha annunciato che il gruppo lancerà, in partnership con Fendi, CNMI e Confartigianato, un premio per sostenere l’artigianato in tutto il Paese.

‘Show Me’, è stata anche l’occasione per esporre l’opera dell’artista Francesca Pasquali e dell’artigiana Simona Iannini, che hanno creato la seconda opera artistica commissionata da Métiers d’Excellence LVMH, che mira a instaurare nuovi punti di dialogo tra arte e artigianato.

Copyright © 2022 ANSA. All rights reserved.

Source by [author_name]

Articoli correlati