Industria

Kering e L’Occitane creano un fondo Climat


Versione italiana di

Laura Galbiati

Pubblicato il



12 dic 2022

Kering e L’Occitane si sono alleati per lanciare un fondo per “la protezione della natura”. In occasione della COP15, la conferenza mondiale per la biodiversità che si svolge a Montreal, il gruppo del lusso guidata da François-Henri Pinault e la società cosmetica francese hanno annunciato la creazione del Climate Fund for Nature “per proteggere e ripristinare la natura, avendo come priorità la promozione dell’indipendenza delle donne”, spiegano in un comunicato. Dotato di 140 milioni di euro, il fondo dovrebbe raggiungere i 300 milioni di euro nel lungo termine ed è destinato ad aprirsi ad altre società partner.

Kering e L’Occitane rafforzano il loro impegno per la biodiversità – kering.com

“Se vogliamo arrestare e invertire la perdita di biodiversità entro il 2030 e combattere il cambiamento climatico, intrinsecamente legato alla natura, sono essenziali meccanismi di finanziamento innovativi per incanalare gli investimenti indispensabili verso soluzioni basate sulla natura”, spiega Marie-Claire Daveu, direttore dello sviluppo sostenibile e degli affari istituzionali di Kering, invitando altre aziende “ad aderire a questa ambiziosa iniziativa per contribuire a un futuro favorevole alla natura”.
 
Il fondo sarà gestito dalla società di gestione Mirova, filiale di Natixis Investment Managers dedicata all’investimento responsabile, e sarà operativo nel primo trimestre del 2023 nella forma di società per azioni semplificata a capitale variabile. Avrà come obiettivo “di sostenere progetti di alta qualità dedicati alla protezione e al ripristino della natura, ma anche agli agricoltori nella loro transizione verso un’agricoltura rigenerativa. Rilascerà crediti di carbonio e genererà co-benefici per le comunità”.

I due partner francesi specificano inoltre nel loro comunicato stampa che i progetti finanziati dal fondo saranno “ubicati principalmente in Paesi nei quali gli investitori si procurano le loro principali materie prime”. Dovranno inoltre “contribuire in modo significativo alla promozione dell’indipendenza delle donne, in particolare colmando le lacune esistenti in termini di accesso ai finanziamenti, alle terre e alla formazione”. A tal fine, il fondo e Mirova si appoggeranno a 2X Collaborative, un organismo globale intersettoriale di promozione degli investimenti in un’ottica di genere.
 
“Il nostro pianeta sta affrontando una crisi globale del clima e della biodiversità mai vista prima”, ha dichiarato Adrien Geiger, direttore generale del marchio L’Occitane en Provence e responsabile dello sviluppo sostenibile del gruppo cosmetico. “Se ridurre le nostre emissioni e il nostro impatto sull’ambiente è già la nostra priorità, il Climate Fund for Nature ci aiuterà ad andare oltre, sostenendo progetti che incoraggiano pratiche rigenerative a beneficio non solo della natura ma anche delle comunità”, conclude.
 
Kering non è l’unico player del settore del lusso ad aver annunciato iniziative in occasione della COP15. LVMH, da parte sua, ha comunicato che rafforzerà la sua collaborazione con l’Unesco e ha svelato due nuovi programmi, uno in Amazzonia per ripristinare la copertura forestale e l’altro relativo a un’iniziativa agroforestale nel lago Ciad. Ha inoltre precisato che dal 9 novembre è entrato a far parte, come membro attivo, del forum TNFD (Taskforce on Nature-related Financial Disclosures).

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.



Source link

Articoli correlati