Industria

Inditex si allea col WWF e snellisce la struttura societaria; Zara assorbe Kiddy’s Class


Versione italiana di

Gianluca Bolelli

Pubblicato il



21 dic 2022

Inditex e l’ONG per la conservazione della natura WWF uniscono le forze. Nei prossimi tre anni lavoreranno insieme su azioni per la conservazione delle foreste, il ripristino dei bacini idrografici e la protezione delle specie in via di estinzione e dei loro ecosistemi.

Il quartier generale di Inditex ad Arteixo – Inditex

Il colosso spagnolo dell’abbigliamento investirà più di 10 milioni di euro in questa collaborazione: nel 2022 stanzierà 4,2 milioni di euro, mentre nei due anni successivi contribuirà con un minimo di 3 milioni di euro. Questo capitale proviene, in parte, dai fondi ottenuti dalla raccolta delle borse, dei sacchetti e delle buste di carta che il gruppo ha lanciato nel 2021.

La co-lab tra Inditex e WWF si concretizzerà in 9 progetti in Nord Africa, Europa, Asia e America Latina. Ad esempio, i progetti per il ripristino e la conservazione delle foreste si concentreranno sulla protezione della biodiversità e sulla promozione della gestione eco-sostenibile nella regione iberica della Castilla-La Mancha, ma verranno effettuati dei lavori anche in Turchia e in Italia.

Per quanto riguarda il recupero dei bacini idrici, il focus sarà riservato al fiume Sebu (Marocco), alle zone umide di Ghar el Melah e alle pianure di Guerbes-Sanhadja in Tunisia e Algeria e al delta del Mekong in Vietnam.
 
Per quanto riguarda la conservazione della fauna e degli ecosistemi in via di estinzione, sono incluse nell’accordo proposte come il recupero e la conservazione della foresta tropicale del Gran Chaco e della zona umida del Pantanal, che avverranno per mano di comunità locali di Argentina, Brasile, Bolivia e Paraguay, oltre ad altre azioni a favore dell’ambiente in Messico e Cina.

L’accordo tra Inditex e WWF include anche l’ambizioso obiettivo di un’analisi incentrata sulla protezione dell’acqua e della biodiversità che sarà condotta durante il primo anno di partnership. Il progetto comprenderà una mappatura degli impatti sulla catena del valore del gruppo spagnolo e una revisione delle sue azioni, impatti e progressi.

Inditex ha anche precisato che il resto dei fondi ricavati dalla raccolta delle borse andrà a progetti di varie organizzazioni ambientaliste, come a Water.org e alla sua iniziativa per migliorare la rete igienico-sanitaria in diversi Paesi del sud-est asiatico o alla partnership tra Action Social Advancement (ASA), Laudes Foundation, IDH The Sustainable Trade Initiative e WWF India per promuovere l’agricoltura rigenerativa in India.
 
Nel frattempo, l’azienda iberica ha proceduto ad una semplificazione della propria struttura societaria: Zara assorbe Kiddy’s Class, la società della sua catena di negozi di moda per bambini, come pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale spagnola del Registro Mercantile (Borme).

Zara España assorbe Kiddy’s Class – Zara Kids – Instagram

Il documento indica che si tratta di fusione per incorporazione. L’operazione presuppone “l’estinzione per scioglimento senza liquidazione” di Kiddy’s Class España S.A. e il “trasferimento in blocco di tutti i suoi beni” alla società incorporante, Zara España S.A., che acquisisce “per successione universale” i diritti e gli obblighi della società incorporata.

Inditex ha annunciato all’inizio del 2020 che avrebbe concentrato i suoi sforzi nella moda per bambini sulla linea Zara Kids, approccio che ha portato alla chiusura della label Massimo Dutti Kids ed è culminata in questo movimento societario.

La linea per bambini di Zara è distribuita in un gran numero di negozi della catena, oltre a 53 negozi monomarca dedicati al 31 ottobre 2022, secondo l’ultimo rapporto trimestrale del gruppo galiziano. Solo pochi anni prima, a fine 2018, la catena Kiddy’s Class contava 128 negozi.
 
L’assorbimento di Kiddy’s Class da parte di Zara Spagna risponde anche al processo di riduzione della struttura operativa che il gruppo Inditex ha posto in atto negli ultimi anni e che ha portato all’unificazione delle sue filiali di Portogallo, Italia e Regno Unito.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.



Source link

Articoli correlati