Saloni/fiere

La fiera danese CIFF prende il controllo della sua collega Revolver


Versione italiana di

Gianluca Bolelli

Pubblicato il



9 gen 2023

La scena fieristica dei saloni professionali moda di Copenaghen viene unificata. Dopo un decennio di convivenza, le fiere CIFF e Revolver faranno parte di un unico progetto e si terranno sotto lo stesso tetto a partire dalla loro prossima edizione estiva. Lo ha annunciato questo mese di gennaio il management del CIFF, annunciando l’acquisizione del suo principale concorrente locale, lo show Revolver. I dettagli finanziari dell’operazione non sono stati resi noti.

CIFF

“Questa unione farà di noi una grande famiglia. Speriamo che l’acquisizione renda Copenaghen ancora più forte come capitale della moda scandinava, poiché diventeremo l’unico salone fashion della regione. La nostra moda sta lavorando benissimo e sta vivendo un grande slancio in questo momento, quindi vogliamo che le sinergie liberino risorse tali da farci concentrare sui nostri marchi e i nostri buyer, invece che farci concorrenza”, ha detto Sofie Dolva a FashionNetwork.com in merito alla recente acquisizione.

Nominata nuova direttrice del CIFF la scorsa estate, quando è subentrata a Christina Neustrup, Sofie Dolva guiderà ora l’organizzazione dei due eventi di moda. Il fondatore di Revolver ed ex promotore del vecchio Gallery, Christian Maibom, continuerà a far parte del progetto come “braccio destro” e direttore creativo.

“Sono assolutamente orgoglioso di questa soluzione. Ci sono voluti forza di volontà, tempo e duro lavoro da parte di tutte le parti per raggiungere l’obiettivo”, ha dichiarato Christian Maibom in una nota. “Riunendo le qualità uniche di ciascuna delle due organizzazioni, possiamo offrire un fantastico framework a prova di futuro di cui io personalmente e il resto del team Revolver non vediamo l’ora di far parte”, ha aggiunto.

La prima edizione congiunta avrà luogo la prossima estate

“Continueremo a lavorare a stretto contatto, come abbiamo fatto negli ultimi due mesi di negoziati, conoscendoci meglio e condividendo i nostri pensieri e le nostre idee sulla via da seguire. Siamo fiduciosi che creeremo una dinamica positiva che consentirà un’ottima integrazione delle nostre diverse culture”, ha spiegato Sofie Dolva sulla collaborazione, che prenderà la forma di una piattaforma coordinata e unificata, la quale comporterà la fusione dello staff dei due saloni in un unico team all’opera nello spazio del Bella Center, dove il CIFF è stato tenuto fino ad ora. La prima edizione nel quadro dell’organizzazione congiunta si svolgerà la prossima estate.

Come spiega la responsabile, l’alleanza manterrà i nomi differenziati dei due eventi, ma sotto una “identità combinata”. L’operazione comporterà modifiche anche in termini di spazi: chiuderà l’ambiente “Forum”, che riunisce alcuni dei marchi di moda uomo e donna presentati a Revolver. Tuttavia, la fiera manterrà il suo iconico spazio Øksnehallen nel quartiere centrale di Vesterbro.
 
Il CIFF continuerà a svolgersi presso il centro espositivo Bella Center, alla periferia della capitale danese. “Crediamo nella necessità di due sedi distinte, una nel cuore della città e una grande sede al Bella Center”, ha spiegato il direttore.
 
Per quanto riguarda le partnership internazionali, Revolver proseguirà la collaborazione con il salone fiorentino Pitti Uomo, avviata nel 2018. Intitolato “Scandinavian Manifesto”, il progetto consente alla fiera danese di avvicinare un gruppo di marchi scandinavi ai buyer e ai partecipanti all’evento di moda italiano.

Le due manifestazioni terranno in parallelo le prossime edizioni invernali, dall’1 al 3 febbraio, e un nuovo servizio navetta tra le due sedi faciliterà gli spostamenti dei visitatori. Contemporaneamente, la Copenhagen Fashion Week animerà la capitale danese, dal 31 gennaio al 3 febbraio, con sfilate di brand come Ganni, Stine Goya e Saks Potts.

Copyright © 2023 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Source link

Articoli correlati