Sfilate

“L’Inferno di Dante” al Petit Palais


Versione italiana di

Gianluca Bolelli

Pubblicato il



23 gen 2023

È stata una gioia tornare a Parigi, soprattutto da Schiaparelli, dove questa settimana Daniel Roseberry ha aperto la stagione dell’alta moda con uno spettacolo dantesco assolutamente sensazionale, presentato lunedì mattina al Petit Palais.

Schiaparelli – Primavera-Estate 2023 – Haute Couture – Parigi – © ImaxTree

Dopo sei giorni di collezioni maschili le cui prime file erano occupate da star del K-Pop e altri influencer vestiti (gratis) dalle principali insegne, è stato piacevole vedere decine di clienti più autentici, orgogliosamente appollaiati su poltrone dorate in stile Luigi XIV decorate con la consueta raffinatezza da Schiaparelli.
 
Nello show non è mancata la presenza delle star. I paparazzi sono letteralmente impazziti quando è arrivata Kylie Jenner che indossava un modello dell’attuale collezione: un abito nero ornato da una testa di leone incredibilmente realistica realizzata in resina e finta pelliccia. Come le (poche) altre fantasie animalier che abbiamo potuto ammirare durante questa sfilata degna di uno spettacolo.

In prima fila, l’attrice Diane Kruger si è unita a Marisa Berenson, accanto a Philippine Leroy-Beaulieu, che ha fatto sensazione nella serie Emily in Paris, e all’eminente stilista Law Roach. Ma è stata la rapper Doja Cat a stupire letteralmente il pubblico, impettita in un corpetto rosso indossato sopra una gonna a palloncino e stivali, le spalle, le braccia e la testa completamente ricoperte di colori e cristalli assortiti.

Per la sua collezione Primavera-Estate 2023, Daniel Roseberry si è ispirato a La Divina Commedia di Dante Alighieri.
 
“È una commedia e non una tragedia, quindi non volevo che il défilé fosse oscuro, ma al contrario trasmettere positività, bellezza e calore. E dare la sensazione di vedere la luce alla fine del tunnel”, ha sorriso Roseberry, prima di ricevere gli applausi di Olivier Rousteing, che ha raggiunto il collega stilista Ludovic de Saint Sernin in prima fila.
 
La sfilata si è aperta sul bianco e nero, con un corpetto tempestato di conchiglie su pantaloni di jersey nero, accessoriati con orecchini a triangolo in ottone dorato, proprio come gli apprezzati ed ambitissimi inviti alla sfilata.

In diverse occasioni, Roseberry ha fatto riferimento alla forma del flacone della fragranza simbolo della casa, “Shocking”, prima attraverso un corsetto di velluto elasticizzato, poi in una giacca da tailleur bianca rifinita con un colletto di pelle di serpente in resina nera.

Schiaparelli – Primavera-Estate 2023 – Haute Couture – Parigi – © ImaxTree

Lo stilista ha disegnato con coraggio vecchio stile: cappotti trapuntati a forma di clessidra assolutamente maestosi, completamente allacciati nella parte posteriore; boleri rifiniti con pompon di mohair; e una camicetta di guipure dipinta a mano e dotata di un ampio collo, degna di Caterina de’ Medici.
 
Inoltre, la predilezione del couturier di origine americana per i tanto amati reggiseni conici di “Schiap” si è fatta sentire in una sublime guaina di paillettes in metallo beige, con un reggiseno ornato di piercing in ottone e vetro lavorato a mano.

Durante la sfilata, decine di clienti indossavano dei reggiseni conici sopra ai cappotti o alle giacche, non risparmiando gli elogi per Roseberry, di cui hanno amato l’audacia.
 
“C’è questa idea che per arrivare in paradiso, devi attraversare l’inferno. Dante arriva all’inferno nel bel mezzo della sua vita, e mi è piaciuto che tutti gli animali che vi si trovano simboleggino ciascuno un vizio diverso”, ha spiegato Daniel Roseberry, prima di fermarsi a baciare Kylie Jenner.
 
“È stato magnifico. Voglio tutto!”, esclamò Kylie.
 
Lo show si è poi acceso con uno stupefacente abito da cocktail in stile leopardo delle nevi in ​​lana e seta dipinte a mano, sormontato ancora una volta da una testa in resina iperrealista, indossato dalla top model Shalom Harlow.
 
È stata Irina Shayk ad apparire subito dopo, indossando un abito di velluto nero che sfoggiava una gigantesca testa di leone in resina, mentre Naomi Campbell ha rubato ancora una volta la scena con una testa di lupo in resina nera che spiccava da un cappotto di cotone in finta pelliccia. Il leopardo, il leone e il lupo nella loro versione tassidermica rappresentano rispettivamente la lussuria, l’orgoglio e l’avarizia.

Schiaparelli – Primavera-Estate 2023 – Haute Couture – Parigi – © ImaxTree

In una collezione chiamata “Inferno”, la discesa di Dante agli inferi è evocata attraverso una gonna di raso attillata sormontata da un plastron tecnicamente notevole, visto che è intarsiato in legno di Ceylon. I momenti da incubo del poema di 14.233 versi sono stati materializzati in una maschera per la testa in ottone martellato fatta a mano, simile a quella di Picasso, che la modella ha indossato con disinvoltura durante una performance impressionante, ma anche nell’apparizione spettacolare di una modella vestita con semplici pantaloni da smoking neri, il suo petto nudo semplicemente ricoperto d’oro.
 
Il tutto intervallato dalla presentazione di pantaloni gessati da gangster nello stile dello stilista Mr Pearl e di smoking a forma di flacone di profumo “Shocking”. Modelli più sobri, anche se un po’ surreali.
 
Il défilé è culminato con un eccellente remix di Diana Ross da parte di Lullabies & Lullabies, e con un fragoroso applauso finale, mentre Daniel Roseberry faceva un giro completo della passerella prima di precipitarsi nel backstage. Anna Wintour si è affrettata a congratularsi per prima con il designer americano per il suo meritato trionfo. 
 
“Con Schiaparelli, voglio mantenere questa idea che le persone non sanno cosa sperimenteranno e scopriranno quando vengono ad assistere alla nostra sfilata”, ha concluso il couturier.

Copyright © 2023 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Source link

Articoli correlati